Richiedere un preventivo Cessione del Quinto Inps: è davvero conveniente?

Richiedere un preventivo Cessione del Quinto Inps: è davvero conveniente?

La Cessione del Quinto Inps fa parte della categoria dei prestiti agevolati dedicati esclusivamente ai Pensionati. Andiamo a vedere insieme quali sono le caratteristiche della Cessione del Quinto Pensionati e se è davvero così conveniente e vantaggioso richiedere un preventivo Cessione del Quinto Inps.

Quali vantaggi ha il Pensionato che richiedere la Cessione del Quinto Inps

Il Pensionato che richiede un preventivo Cessione del Quinto Inps ha altissime probabilità di buon fine della pratica, ottenendo credito in modo facile, veloce e sicuro.

Possiamo elencarvi qui di seguito i vantaggi che offre al Pensionato la Cessione del Quinto della Pensione:

  • -Facile accesso al credito: il Pensionato non ha bisogno della figura del garante come seconda firma del contratto e non ha bisogno di presentare altre garanzie come una fideiussione o un’ipoteca. L’unica garanzia richiesta è appunto la Pensione, che rappresenta un reddito stabile e continuativo nel tempo e che garantisce al Pensionato di restituire l’intera somma, senza incorrere in ritardi di pagamento, insoluti o protesti;
  • -Sicurezza per il Pensionato e per i suoi familiari: il Pensionato è obbligato per Legge a stipulare anche una Polizza Rischio Vita che andrà ad estinguere anticipatamente il prestito in caso di premorienza del Pensionato stesso, senza ricadere sui familiari ed eredi;
  • -Comodità nel rimborso: il Pensionato non si deve preoccupare del rimborso, non deve ricordarsi di recarsi in Posta a pagare i bollettini o di avere sufficiente credito in Banca per l’arrivo del Rid. Sarà direttamente l’Inps a trattenere l’importo della rata mensilmente dalla Pensione e versarla direttamente alla Banca o all’Istituto di Credito erogante;
  • -Semplicità nella richiesta: la Cessione del Quinto Inps rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati, di conseguenza non è necessario motivare la richiesta con preventivi o documenti di spese da sostenere e una volta erogato il prestito, il Pensionato ne può disporre senza alcun vincolo;
  • -Pensionato tutelato dalla Legge: la Cessione del Quinto è regolamentata dalla Legge n. 180 del 1950. È un diritto del Pensionato richiedere la Cessione del Quinto e a questo proposito l’Inps ne ha definito tutte le modalità;
  • -Rata sostenibile e proporzionata al reddito percepito: la rata della Cessione del Quinto deve essere pari o inferiore al quinto massimo cedibile del reddito netto del Pensionato, al netto anche di eventuali trattenute in corso, come ad esempio un pignoramento o gli alimenti dovuti al coniuge in caso di divorzio. La rata massima cedibile la dichiara l’Inps attraverso un documento chiamato “Dichiarazione di Quota Cedibile”. Fino a qualche anno fa il Pensionato doveva recarsi presso una sede Inps e farne richiesta personalmente, oggi grazie alle convenzioni che l’Inps ha stipulato con le Banche e gli Istituti di Credito in tutta Italia, questo documento viene rilasciato per via telematica direttamente a loro;
  • -Possibilità di estinzione anticipata: in qualsiasi momento il Pensionato può estinguere anticipatamente il prestito, previo pagamento di una penale pari all’1% del debito residuo. La Cessione del Quinto può anche essere estinta anticipatamente per ottenere un rinnovo della stessa. Il rinnovo della Cessione del Quinto è fattibile solamente dopo aver pagato il 40% dell’intero prestito (ad esempio, se la durata della Cessione del Quinto è pari a 120 mesi, 10 anni, il rinnovo sarà fattibile a partire dalla 48esima rata pagata, ossia dopo 4 anni);
  • -Tasso fisso e costante nel tempo: il Pensionato non avrà sorprese in futuro, il tasso sarà sempre lo stesso per tutta la durata del prestito, non avrà oscillazioni facendo aumentare la rata e non seguirà l’andamento del mercato finanziario come avviene invece per il tasso variabile;
  • -Flessibilità della durata: la durata della Cessione del Quinto può andare da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120 mesi. Sarà discrezione del Pensionato valutare la dilazione in base alle sue necessità e capacità di rimborso mensile;
  • Protestati e Cattivi Pagatori: a differenza del prestito personale, la Cessione del Quinto può essere erogata anche a chi in passato ha avuto qualche difficoltà per ritardi di pagamento, protesti, insoluti o fallimenti e che risulta segnalato al Crif e in Banca Dati.

 

Richiedere un preventivo Cessione del Quinto Inps è facile, veloce e gratuito! Ti basterà recarti in Banca o all’Istituto di Credito scelto con i tuoi documenti personali, carta di identità e codice fiscale, e documenti di reddito, Modello Obis e ultimo Cud per i Pensionati derivanti dal settore privato, oppure ultimo Cud e ultimo cedolino della Pensione per i Pensionati derivanti dal settore pubblico. Ovviamente per confermare il preventivo, sarà necessario procurarsi la Dichiarazione di Quota Cedibile dall’Inps.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *