Prestiti Pensionati Inpdap: caratteristiche e requisiti

Prestiti Pensionati Inpdap: caratteristiche e requisiti

Con l’approvazione del Decreto Salva Italia, dal Gennaio 2012, l’Inpdap (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica) è confluito nell’Inps (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale). Di conseguenza tutti i Prestiti Pensionati Inpdap sono ora erogati dall’Inps Gestione Dipendenti Pubblici attraverso il proprio Fondo Credito, gestendo autonomamente le prestazioni creditizie e sociali.

Ricordiamo che oggi questi Prestiti Pensionati Inpdap possono essere erogati anche dalle Banche o dagli Istituti di Credito convenzionati con l’Inps stesso.

La caratteristica principale del Prestito Inps Pensionati Inps o ex Inpdap, è data dai tassi agevolati che vengono applicati al prestito e sono distinti in piccoli prestiti o prestiti pluriennali. I piccoli prestiti permettono di ottenere un finanziamento di importo compreso tra una e otto mensilità, mentre nei prestiti pluriennali l’ammontare del prestito dipende dal reddito mensile del Pensionato. In entrambi i casi si parla di Cessione del Quinto della Pensione.

Finanziamenti Pensionati Inps: a chi sono rivolti

I Finanziamenti Pensionati Inps o ex-Inpdap sono rivolti ai Pensionati della Pubblica Amministrazione che aderiscono al Fondo Credito dell’Istituto. L’adesione al Fondo è obbligatoria per tutti gli iscritti Inpdap che dovranno ora risultare iscritti anche alla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Chi non risulta iscritto non può fare richiesta e non può in alcun modo usufruire delle condizioni vantaggiose.

Finanziamenti Pensionati Inps: come inoltrare la domanda

Per accedere alle normali condizioni del Prestito Inps Pensionati o ex-Inpdap è necessario accedere all’area riservata del sito dell’Inps, stampare e compilare gli appositi moduli e consegnarli all’ufficio territoriale o provinciale competente. Questi Prestiti Pensionati vengono concessi nei limiti delle disponibilità finanziarie previste annualmente nel bilancio dell’Istituto per l’attività creditizia e solamente in alcuni casi e per spese specifiche, come ad esempio una comprovata necessità personale o familiare del richiedente o in caso di calamità naturali o di ristrutturazione prima casa. Possono essere richiesti anche per coprire delle cure mediche o gli studi scolastici dei figli.

I Prestiti Pensionati prevedono diverse tipologie di finanziamento a seconda della finalità del Prestito e della somma richiesta: Piccoli Prestiti Inpdap, Prestiti pluriennali diretti, Prestiti Pluriennali garantiti e anche il Mutuo per l’acquisto della prima casa.

Chi non dovesse vedersi accettata la richiesta direttamente dall’Ente, può inoltrare la sua richiesta di finanziamento direttamente alle Banche o agli Istituti di Credito convenzionati con l’Inps.

La Cessione del Quinto Inps: il prestito agevolato dedicato ai Pensionati

Si tratta di un prestito garantito in quanto l’unica garanzia richiesta è la Pensione stessa. Non sono richieste altre garanzie, come un’ipoteca, una fideiussione o la figura del garante come seconda firma del contratto.

La Cessione del Quinto Inps permette di avere dei vantaggi rispetto ad un normale Prestito Personale in quanto si ottiene con maggiore facilità ed è anche più elastico: l’iter lavorativo è snello e veloce grazie appunto alle convenzioni con l’Inps, tutto viene svolto per via telematica accorciando i tempi di lavorazione della pratica e di erogazione del prestito.

Inoltre, se avete avuto ritardi di pagamento, disguidi vari che vi hanno fatto segnalare al Crif e in Banca Dati come Cattivo Pagatore, la Cessione del Quinto della Pensione può essere erogata anche a chi ha avuto qualche problemino in passato.

Il rimborso mensile delle rate avviene tramite una trattenuta direttamente dalla Pensione a cura dell’Inps. La rata dev’essere pari o inferiore al quinto massimo cedibile del vostro reddito netto e la durata non può superare i dieci anni.

Ricordiamo che per Legge la Pensione minima che deve rimanere al Pensionato al netto della Cessione del Quinto della Pensione, dev’essere pari a € 530,00. Ai fini del calcolo della rata mensile di rimborso del finanziamento vengono conteggiate eventuali trattenute già presenti come un pignoramento o gli alimenti dovuti al coniuge in caso di divorzio.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *