Pensionati all’estero dove andare: ecco come scegliere il nuovo Paese

Pensionati all’estero dove andare: ecco come scegliere il nuovo Paese

Buongiorno Gruppo Pensionati!

Sappiamo bene che per molti di Voi vivere in Italia sta diventando sempre più difficile, lo dimostrano i moltissimi commenti che ci lasciate tutti i giorni sul Gruppo Pensionati di Facebook e lo dimostrano pure i dati. Non sono più solo i giovani, i cosiddetti “cervelli in fuga”, a lasciare l’Italia per trovare condizioni vita migliori e un lavoro all’altezza di studi e competenze ottenute negli anni. Oggi si parla anche di emigrazione della terza età ma andiamo a vedere insieme quali sono i motivi che spingono sempre più Pensionati italiani a trasferirsi in altri Paesi.

Chi sono i Pensionati all’estero

Quello dei Pensionati in fuga all’estero non rappresenta più un fenomeno ma si tratta di una realtà consolidata. Secondo l’Inps oltre il 50% dei Pensionati italiani vive con una Pensione inferiore ai 1.000 Euro al mese e in queste condizioni è difficile vivere in Italia. La Pensione è troppo bassa e molte volte nemmeno sufficiente a coprire la spese quotidiane soprattutto se si pensa che molti Pensionati hanno a carico i figli (a volte anche i nipoti) perché disoccupati o a loro volta in difficoltà economiche. Anche il vivere in città caotiche non aiuta e nemmeno il tempo, troppo freddo d’inverno e troppo caldo e afoso d’estate. Ecco che la soluzione per 500mila Pensionati over 65 è stata quella di fare le valigie e lasciare il Bel Paese per trovare condizioni di vita migliori, dove il costo della vita è più basso e si riesce a vivere con meno fatiche e sacrifici per arrivare a fine mese, e dal clima più mite che aiuta ad attenuare gli acciacchi della vecchiaia e che faccia vivere in tranquillità e sicurezza gli anni del meritato riposo.

Pensionati all’estero dove andare

Trasferirsi all’estero non mai facile e nemmeno semplice: lasciare i propri cari e gli affetti, lasciare la propria casa, il proprio Paese per un qualcosa di nuovo, che non si conosce fa sempre paura. Si sa cosa si lascia, ma non si sa cosa si trova. In questi casi è sempre bene valutare i pro e i contro di un possibile trasferimento. I Vostri colleghi Pensionati all’estero hanno ritenuto opportuno lasciare l’Italia perché hanno trovato un costo della vita più basso, incentivi fiscali, costo degli affitti accessibili, servizi offerti efficienti, una sanità funzionante, buone condizioni di sicurezza. Tutte cose che dovrete andare a valutare anche Voi. Inoltre, molti Pensionati hanno scelto posti turistici che offrono diverse attività e cose da fare per impiegare la giornata, Paesi con un clima mite tutto l’anno e magari anche vicini all’Italia per essere facilmente raggiungibili dai familiari. Non si tratta quindi di un cambiamento solamente per una questione di tasse, ma si tratta di migliorare la propria vita e di cambiarla in positivo.

Ad oggi l’Inps paga le Pensioni in ben 150 Paesi in tutto il Mondo attraverso il Gruppo Citibank N.A. (fornitore delle prestazioni pensionistiche ai Pensionati Italiani residenti all’estero). Tra le scelte dei Vostri colleghi troviamo il Portogallo, le Canarie, Tenerife, l’Albania, Cipro, Malta, la Tunisia, la Grecia, la Croazia e la Bulgaria. Ma c’è anche ci ha scelto di andare un pò più lontano scegliendo Panama, la Thailandia, l’Ecuador, Costa Rita e la Repubblica Dominicana.

Sappiamo che nel Gruppo Pensionati di Facebook c’è qualche residente all’estero. Se avete piacere potete scrivere qui sotto nei commenti dove avete deciso di trasferivi e qual è il motivo che vi ha spinto a farlo.

You Might Also Like

One Reply to “Pensionati all’estero dove andare: ecco come scegliere il nuovo Paese”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *