Notizie Pensioni ultima ora: arriva il conguaglio Irpef a Luglio

Notizie Pensioni ultima ora: arriva il conguaglio Irpef a Luglio

Le ultime notizie Pensioni riguardano il conguaglio Irpef. Il Mese di Luglio come di consueto rappresenta un mese importante per tutti i Pensionati in quanto l’Inps si appresta ad effettuare il conguaglio Irpef sul cedolino.

Notizie Pensioni ultima ora: come sarà la trattenuta di Luglio?

Secondo le ultime notizie Pensioni relativamente alla trattenuta di Luglio, le possibilità previste possono essere tre:

  • -Rimborso Irpef sul cedolino (conguaglio a credito): nel caso in cui il Pensionato abbia pagato più imposta di quanto dovuta o nel caso in cui le detrazioni abbiano superato il valore dell’importo delle tasse;
  • -Trattenuta Irpef sul cedolino (conguaglio a debito): nel caso in cui il Pensionato abbia pagato meno imposta di quella effettivamente dovuta;
  • -Nessun rimborso e nessuna trattenuta: nel caso in cui il Pensionato abbia pagato l’ammontare corretto dell’imposta, il conguaglio sarà a pari a zero per cui non ci sarà nessuna trattenuta e nemmeno nessun rimborso sul cedolino.

Notizie Pensioni ultima ora: come funziona il conguaglio Irpef di Luglio

I Pensionati con una Pensione superiore ai 1.522,26 Euro, hanno già avuto un conguaglio lo scorso Giugno, che ha visto l’applicazione di piccole trattenute dalla Pensione. Questo è stato dovuto alla nuova rivalutazione delle Pensioni prevista dalla Legge di Bilancio 2019 con la Riforma delle Pensioni.

Il conguaglio di Luglio 2019 invece è dovuto all’Irpef, si tratta semplicemente di un ricalcolo delle imposte dovute allo Stato. Il calcolo del conguaglio terrà conto della dichiarazione dei redditi effettuata attraverso il Modello 730, il cui termine ultimo per la presentazione è il 23 Luglio 2019. Se alcuni Pensionati non saranno pronti per il 23 di Luglio a presentare il Modello 730, lo potranno presentare in un secondo momento. In questo modo si posticiperà il tutto e l’Inps effettuerà il conguaglio successivamente, nei prossimi cedolini.

Per fare il calcolo del conguaglio di Luglio, l’Inps si affida alla norma che disciplina l’applicazione delle detrazioni su redditi da Pensione che si trova all’Art. 13 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 917/1986 e che cliccando qui  si può trovare nel dettaglio.

Ultime notizie Pensioni: come ottenere il rimborso con un conguaglio a Credito

Nel presentare la dichiarazione dei redditi con il Modello 730, c’è la possibilità di verificare attraverso le detrazioni fiscali, gli oneri deducibili, altre eventuali agevolazioni fiscali, se il Pensionato vanta o meno un credito nei confronti del fisco. In caso positivo, Il Pensionato avrà diritto ad ottenere un rimborso. Il rimborso può essere chiesto direttamente con la dichiarazione dei redditi o tramite specifica domanda e verrà liquidato tra Agosto e Settembre. Il Pensionato avrà anche la possibilità di optare per la compensazione di imposte che possono essere pagate tramite il Modello F24, come ad esempio l’Imu.

Per il Pensionato che ha optato per il rimborso ma a Settembre non si fosse ancora visto l’accredito, in caso di ritardo, dovrà rivolgersi all’Agenzia delle Entrate del luogo di residenza allegando i documenti in vostro possesso da cui si evince che vi spetta un rimborso e che non è ancora stato effettuato. L’Agenzia delle Entrate si prenderà fino a quattro mesi per effettuare dei controlli, verificare quanto effettivamente spetta al Pensionato e perché non è stato liquidata la somma. Entro il sesto mese dalla richiesta, l’Agenzia delle Entrate provvederà ad erogare quanto dovuto secondo le modalità di pagamento indicate dal Pensionato.

Ultimissime sulle Pensioni: come restituire la somma con un conguaglio a Debito

Se nella dichiarazione dei redditi risultasse che il Pensionato ha pagato meno imposta di quella dovuta, sarà il Pensionato stesso a dover “rimborsare” l’Inps. L’Inps pertanto effettuerà una trattenuta direttamente sul cedolino di Luglio. Nel caso però non fosse sufficiente perché l’importo da restituire è alto, l’Inps andrà a recuperare l’importo mancante con altre trattenute nei cedolini dei mesi successivi applicando un tasso di interesse pari allo 0,40% mensile.

Se la cifra da restituire è alta, avrà direttamente il Pensionato la possibilità di rateizzare il debito Irpef in un massimo di cinque rate, da Luglio a Novembre. In questo caso il tasso di interesse applicato alle rate sarà pari allo 0,33%.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *