La Cessione del Quinto della Pensione: il finanziamento agevolato per i Pensionati

La Cessione del Quinto della Pensione: il finanziamento agevolato per i Pensionati

Buongiorno Gruppo Pensionati!

Oggi vi vogliamo parlare di un prestito agevolato: La Cessione del Quinto della Pensione. Banche ed Istituti di Credito rivolgono particolare attenzione proprio a Voi Pensionati; hanno ampliato la loro offerta di prodotti finanziari e propongono una particolare categoria di prestito dedicata solo ed esclusivamente ai Pensionati, caratterizzata da condizioni favorevoli e tassi agevolati. Ma andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta.

La Cessione del Quinto della Pensione è una tipologia di Prestito Agevolato dedicato esclusivamente ai Pensionati. A questo proposito l’Inps, per offrirvi la massima tutela, ha definito tutte le modalità e le condizioni necessarie per accedere alla Cessione del Quinto della Pensione. Il compito principale dell’Inps infatti è di controllare che la Banca o l’Istituto di Credito risponda a tutti i requisiti richiesti per Legge per poter effettuare questo tipo di operazione: andrà a controllare che il tasso applicato al prestito sia inferiore al tasso soglia anti-usura, che la rata sia proporzionale al vostro reddito e che nel contratto del prestito siano indicate tutte le spese che andrete a sostenere, istruttoria della pratica, estinzione anticipata, premio assicurativo, interessi applicati al prestito.

Cos’è la Cessione del Quinto della Pensione?

La Cessione del Quinto della Pensione è una tipologia di finanziamento  regolamentata dalla Legge n. 180 del 1950 e rientra nella categoria dei prestiti agevolati in quanto l’unica garanzia richiesta è proprio la Pensione. Non sono previste altre forme di garanzia, come un’ipoteca, una fideiussione o la figura del garante come seconda firma nel contratto.

La Cessione del Quinto della Pensione rientra nella categoria anche dei prestiti non finalizzati in quanto non è destinata all’acquisto di un bene o di un servizio specifico; una volta erogata la somma, potrete utilizzarla senza alcun vincolo e senza dover giustificare o motivare la richiesta con preventivi o documenti di spese da sostenere.

Come funziona la Cessione del Quinto della Pensione?

La Cessione del Quinto della Pensione ha una durata massima di 120 mesi, ossia 10 anni, il tasso è fisso e la rata costante che dev’essere pari o inferiore al quinto massimo cedibile pertanto varia in base alla Pensione percepita; il calcolo avviene al netto delle trattenute fiscali e previdenziali ma anche al netto di eventuali trattenute in essere come ad esempio un pignoramento o gli alimenti dovuti al coniuge in caso di divorzio, in modo da non intaccare l’importo della Pensione minima stabilito annualmente dalla Legge. Per Legge la Pensione minima che vi deve rimanere, al netto della Cessione del Quinto della Pensione, dev’essere pari a 530,00 Euro; di conseguenza l’importo cedibile non potrà superare la differenza tra la Pensione base e il limite di 530,00 Euro.

Il rimborso della Cessione del Quinto della Pensione avviene tramite trattenuta direttamente dalla Pensione a cura dell’Inps che la andrà a versare mensilmente alla Banca o all’Istituto di Credito che ha erogato il Prestito. Voi non dovrete farvi carico del pagamento recandovi in Banca o in Posta, farà tutto l’Inps in automatico grazie alle varie convenzioni che ha stipulato con gli Istituti di Credito e tutto per via telematica.

In fase di stipula del contratto di Cessione del Quinto della Pensione sarete obbligati per Legge a stipulare anche una Polizza Rischio Vita che andrà a coprire e ad estinguere il debito in caso di vostra premorienza, senza coinvolgere i vostri familiari ed eredi. Il premio assicurativo varia in base alla vostra età, maggiore è l’età e maggiore sarà il costo della copertura assicurativa.

La Cessione del Quinto della Pensione può essere erogata tranquillamente anche a chi ha avuto dei piccoli disguidi in passato per ritardi di pagamento o protesti e che risulta segnalato in Banca Dati e al Crif come Cattivo Pagatore.

Cosa fare per accedere alla Cessione del Quinto della Pensione?

Per accedere alla Cessione del Quinto della Pensione dovrete recarvi in Banca o presso l’Istituto di Credito scelto con i propri documenti personali, carta di identità e codice fiscale, e i proprio documenti di reddito, ultimo Cud e Modello Obis per tutti i Pensionati del settore privato e ultimo Cud e cedolino per tutti i Pensionati del settore pubblico. Dovrete poi richiedere la Dichiarazione di Quota Cedibile all’Ente Pensionistico di appartenenza, un documento in cui viene indicato l’importo massimo della rata che potete sostenere in base al vostro reddito. Solitamente la quota cedibile deve essere chiesta direttamente dall’intestatario della Pensione che si deve recare personalmente agli sportelli dell’Ente Pensionistico. Tuttavia, se stipulate il contratto con una Banca o un Istituto di Credito convenzionato con l’Inps, la Dichiarazione di Quota Cedibile verrà elaborata direttamente tramite un collegamento telematico con l’Istituto stesso.

Sono cedibili tutte le Pensioni?

La legge prevede che siano cedibili:

  • -Le Pensioni e le indennità sostitutive delle stesse;
  • -Gli assegni equivalenti a carico di speciali casse di previdenza;
  • -Le Pensioni e gli assegni di invalidità e di vecchiaia corrisposti dall’Inps;
  • -Gli assegni vitalizi e i capitali a carico di istituti e di fondi in dipendenza del rapporto di lavoro;
  • -Le Pensioni di anzianità, inabilità e i trattamenti privilegiati di invalidità e inabilità;
  • -Le Pensioni liquidate provvisoriamente.

Non tutti i Pensionati però possono accedere alla Cessione del Quinto, ci sono alcune eccezioni:

  • -Le Pensioni e gli assegni sociali;
  • -I trattamenti di invalidità civile;
  • -L’assegno mensile di accompagnamento per l’assistenza personale e continuativa ai Pensionati di inabilità;
  • -Gli assegni di sostegno al reddito;
  • -Le Pensioni a carico degli enti creditizi;
  • -Gli assegni al nucleo familiar;
  • -Le Pensioni ai superstiti quando sono in pagamento quote di contitolarità.

Quando si può estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto della Pensione?

Come per tutte le altre forme di finanziamento è possibile l’estinzione anticipata anche per la Cessione del Quinto della Pensione pagando una penale prevista pari all’1% del capitale finanziato.

La Cessione del Quinto della Pensione può anche essere estinta prima della sua naturale scadenza in caso di rinnovo della stessa. Se avete necessità di avere ulteriore liquidità potete valutare il rinnovo della Cessione del Quinto. Per poter effettuare questo tipo di operazione però dovete aver pagato almeno il 40% del prestito in essere (ad esempio se la durata è di 10 anni, dovete aver pagato almeno 4 anni). In caso di estinzione anticipata, vi verrà rimborsato il premio assicurativo per gli anni non pagati.

Abbiamo capito che contrarre la Cessione del Quinto della Pensione è facile e veloce ma prima di stipulare qualsiasi prestito controllate sempre le condizioni in dettaglio riportate nel contratto!

 
 

 

 

You Might Also Like

2 Replies to “La Cessione del Quinto della Pensione: il finanziamento agevolato per i Pensionati”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *