Come estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto Pensionati

Come estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto Pensionati

Estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto Pensionati, ossia prima della sua naturale scadenza prevista da contratto, è possibile. La Legge prevede il pagamento di una penale che dev’essere stabilita in fase contrattuale e che non può essere superiore all’1% del debito residuo. Questa penale consiste in un rimborso alla Banca o all’Istituto di Credito che ha erogato la Cessione del Quinto Inps, e serve come risarcimento per i mancati introiti che derivano dagli interessi sulle rate mensili non ancora pagate.

Cessione del Quinto Pensionati: il costo da sostenere per l’estinzione anticipata

Nel caso in cui si decida di estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto Inps, il costo che il Pensionato ha sostenuto per l’imposta di bollo e tutte le spese di istruttoria si perdono e non sarà possibile in alcun modo recuperarle.

Il Pensionato potrà invece recuperare, almeno in parte, le commissioni bancarie nella misura concordata in fase contrattuale e il premio assicurativo. In fase di stipula del contratto per questo Prestito Inps Pensionati è sempre obbligatorio stipulare una Polizza Rischio Vita che andrà a coprire l’intero debito residuo del Prestito Inps Pensionati, senza ricadere sugli eredi e familiari. Ricordiamo che l’assicurazione non è facoltativa ma obbligatoria per Legge e dev’essere pagata in un’unica soluzione dalla data di decorrenza del Prestito Inps Pensionati. Il premio relativo a questa assicurazione corrispondente al periodo non goduto potrà essere recuperato dal Pensionato attraverso una richiesta scritta di rimborso alla Banca o all’Istituto di Credito con il quale aveva stipulato la Cessione del Quinto Inps.

Estinzione anticipata per rinnovare la Cessione del Quinto

Il Pensionato che ha in corso la Cessione del Quinto della Pensione ma che ha necessità di ottenere ulteriore liquidità, può estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto per valutare il rinnovo della stessa: chiudere quella che ha in corso per stipularne una nuova. L’estinzione anticipata per il rinnovo della Cessione del Quinto in corso sarà fattibile solamente nel caso in cui il Cliente abbia già pagato il 40% dell’intero prestito, ossia i 2/5. Ad esempio, se la Cessione del Quinto è stata fatta per la sua dilazione massima di 120 mesi, ossia 10 anni, sarà possibile valutare l’estinzione anticipata per poterla rinnovare solamente dopo che sono trascorsi 4 anni dalla stipula. Questo limite del 40% cambia solamente nel caso in cui la Cessione del Quinto sia stata stipulata con una durata fino ai 5 anni, ossia ai 60 mesi. In questo caso la Cessione potrà essere estinta anticipatamente e rinnovata in qualsiasi momento solamente se rinnovata per la sua dilazione massima di 120 mesi.

Quando è conveniente estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto

Non sempre è conveniente estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto. Il fattore temporale fa la differenza in quanto il piano di ammortamento utilizzato da Banche ed Istituti di Credito è quello alla francese. Il piano di ammortamento alla francese prevede che il Pensionato paghi prima gli interessi e poi il capitale ottenuto dal prestito. Nei primi anni del prestito le rate sono composte da una quota maggiore di interessi e da una quota minima di capitale. Con il procedere degli anni, la quota di interessi scende e sale la quota di capitale. Di conseguenza è sicuramente più vantaggioso estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto agli inizi del finanziamento, ossia quando il risparmio sugli interessi è consistente.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *