Ultime notizie Pensioni Donne: l’Opzione Donna

Ultime notizie Pensioni Donne: l’Opzione Donna

Cos’è l’Opzione Donna

L’Opzione Donna è una prestazione economica erogata a domanda alle lavoratrici dipendenti e autonome che, avendo maturato entro il 31 Dicembre 2018 i requisiti previsti dalla Legge, optano per il sistema contributivo della Pensione.

Com’è nata l’Opzione Donna

L’Opzione Donna è stata introdotta, in via sperimentale, con la Legge Maroni n. 243 del 2004. Con l’introduzione della Riforma Fornero nel 2011 è stata confermata e rivisitata. Da questo momento in poi è stata riscoperta in massa dalle lavoratrici donne, sia dipendenti che autonome, in quanto attraverso l’Opzione Donna hanno potuto anticipare la Pensione di diversi anni rispetto alle regole ordinarie (41 anni e 10 mesi di contributi versati indipendentemente dall’età anagrafica per la Pensione Anticipata o il raggiungimento della Pensione di Vecchiaia a 67 anni d’età unitamente a 20 anni di contributi versati).

L’articolo 16 del Decreto Legislativo n. 4 del 2019 ha confermato e rinnovato l’Opzione Donna anche per tutto il 2019.

A chi è rivolta l’Opzione Donna

L’Opzione Donna è rivolta alle lavoratrici iscritte all’AGO, ossia l’Assicurazione Generale Obbligatoria, e ai fondi sostitutivi ed esclusivi in possesso di contribuzione alla data del 31 Dicembre 1995. Tutte le lavoratrici impiegate nel settore privato, pubblico e le lavoratrici autonome. Non possono invece avere accesso alla Pensione Anticipata attraverso l’Opzione Donna tutte le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata.

Come funziona l’Opzione Donna

Le lavoratrici conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico trascorsi:

  • -12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti: nel caso in cui la Pensione Anticipata sia liquidata a carico delle forme di previdenza delle lavoratrici dipendenti;
  • -18 mesi dalla data di maturazione dei requisiti: nel caso un cui la Pensione Anticipata sia liquidata a carico delle gestioni previdenziali delle lavoratrici autonome.

Quali sono i requisiti anagrafici e contributivi richiesti per l’Opzione Donna

Ai fini del conseguimento dell’Opzione Donna è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente, mentre non è obbligatorio la cessazione dell’attività svolta dalla lavoratrice autonoma.

Secondo le ultimissime sulle Pensioni e in base alle ultime modifiche apportate al Decreto Legislativo n. 4/2019, possono accedere alla Pensione Anticipata attraverso l’Opzione Donna, le lavoratrici dipendenti con 58 anni d’età e le lavoratrici autonome con 59 anni d’età unitamente a 35 anni di contributi versati entro il 31 Dicembre 2018. Di fatto l’Opzione Donna è rivolta alle lavoratrici dipendenti nate entro il 31 Dicembre 1960 e le lavoratrici autonome nate entro il 31 Dicembre 1959.

L’Opzione Donna e il metodo contributivo

L’Opzione Donna è liquidata esclusivamente con le regole di calcolo del sistema contributivo di cui al Decreto Legislativo n. 180/1997. In questo modo le lavoratrici donne potranno accedere alla Pensione Anticipata ma si vedranno decurtare l’assegno pensionistico dal 25 al 35% in meno rispetto all’assegno pensionistico calcolato con il sistema misto. La decurtazione verrà calcolata in base all’età anagrafica delle lavoratrici, alle caratteristiche della carriera, della retribuzione e di anzianità lavorativa maturata alla data di accesso all’Opzione Donna.

Come inoltrare la domanda per l’Opzione Donna

La domanda può essere presentata online sul sito dell’Inps attraverso l’area riservata al Cittadino, muniti di codice fiscale e Pin dispositivo rilasciato dall’Istituto stesso. Può anche essere presentata contattando il Call Center al numero verde gratuito da rete fissa 803.164 oppure il numero fisso 06/164.164. In alternativa ci si può recare pressi gli enti di patronato e intermediari dell’Istituto e inoltrare la richiesta con il loro supporto attraverso i servizi telematici da loro offerti.

You Might Also Like

2 Replies to “Ultime notizie Pensioni Donne: l’Opzione Donna”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *